Ronda Rousey l'invincibile

di Matteo Mazzuca
L'1 agosto disputa il suo dodicesimo combattimento di MMA, difendendo il titolo mondiale dagli assalti della rivale Bethe Correia. Scopriamo chi è la lottatrice eletta atleta dell'anno 2015.

ronda-rousey-ufc-1432209277Non provate a metterla in gabbia, perché le fareste solo un favore. Ronda Rousey, 28 anni, 61 chili e 170 centimetri di altezza, è la più famosa lottatrice di arti marziali miste (MMA) al mondo. Milita nell’Ultimate Fighting Championship, la più importante organizzazione di MMA al mondo. L’MMA è un sport di combattimento che si svolge, appunto, all’interno di una gabbia e ha ben poche regole. Vale (quasi) tutto. Ronda è entrata per la prima volta in gabbia da professionista nel 2010. Solo due anni più tardi, si è aggiudicata il titolo di campionessa, che difende il 1 agosto dagli assalti della brasiliana Bethe Correia in quello che è il suo dodicesimo incontro ufficiale. E tutti sono pronti a scommettre che Ronda uscirà imbattuta anche da questo incontro.


IMBATTIBILE
Nell’MMA la Rousey non è mai stata sconfitta. Ha disputato 12 incontri vincendoli tutti, spesso nel giro di poche decine di secondi. Negli ultimi anni, la sua popolarità è schizzata alle stelle. Sports Illustrated l’ha definita come la più grande atleta dominatrice di tutto il pianeta, tenendo conto di tutti gli altri sport e anche dei colleghi maschi. La supremazia di Ronda, d’altra parte, non si rivela solo sul ring, ma anche sulle riviste, in televisione, al cinema. Il suo fascino particolare di donna combattente le è valso un paio di ruoli cinematografici in film di tutto rispetto. Nel 2014 ha preso parte a I Mercenari 3, dove ha dovuto vedersela con divi dell’action come Sylvester Stallone e Jason Statham. Nel 2015 ha invece recitato al fianco di Vin Diesel in Fast and Furious 7, dove si è esibita in un adrenalinico combattimento con l’attrice Michelle Rodriguez.

IL JUDO NEL SANGUE
La carriera di Ronda, però, non è stata tutta all’insegna delle arti marziali miste. Nel suo palmarès, infatti, può vantare una medaglia di bronzo conquistata alle Olimpiadi di Pechino 2008. D’altra parte, Ronda è figlia d’arte. Sua madre è AnnMaria De Mars, judoka che nel 1984 vinse il titolo mondiale. Ed è anche un po’ merito suo se Ronda da qualche tempo si è messa in testa un obiettivo che la proietterebbe direttamente nella leggenda: ritirarsi da uno dei più brutali sport al mondo senza aver subito alcuna sconfitta, ineguagliata da tutte le altre sfidanti, sul ring e non solo. Perché, come abbiamo detto, nessuno nel mondo delle MMA, né uomini né donne, è famosa quanto lei.

PUÒ SOLO VINCERE
Ronda è un vero fenomeno, e nessuno si aspetta altro da lei se non vittorie su vittorie. Lo sa bene anche la sua prossima sfidante Bethe Correia, che ha provato a mettere sotto pressione l’invincibile Ronda. «Se vinco io, potrebbe uccidersi», ha detto la brasiliana. Dimenticandosi (?) che il padre di Ronda si suicidò quando la figlia aveva solo 8 anni. Le parole della Correia mirano a far perdere la calma alla Rousey? Può essere. Intanto, la campionessa in carica è ben felice di ritrovarsi in una situazione che per lei deve concludersi necessariamente con una vittoria. Perché solo sotto pressione riesce a dare il meglio di sé.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone, Protagonisti Argomenti: , , , , , Data: 31-07-2015 03:48 PM


Lascia un Commento

*