«Spero che Israele sparisca»

di Federico Capra
Hanno fatto il giro del mondo le parole antisemite di Reem Sahwil, la ragazzina palestinese che aveva messo al muro Angela Merkel con le sue lacrime.

55b8b1a9c46188e9198b45f0Le sue lacrime avevano messo in difficoltà Angela Merkel. La sua storia di bambina malata, invece, aveva commosso il mondo. Adesso Reem Sahwil, 14enne palestinese in attesa di conoscere il suo futuro di profuga in Germania, torna a far parlare di sè per alcune dichiarazioni antisemite.

LA RISPOSTA CHOC
Intervistata dal giornale Die Welt Am Sonntag, la giovane Reem si è lasciata andare ad affermazioni stucchevoli nei confronti di Israele. Alla domanda su cosa fosse per lei la Palestina, la Sahwil ha dato una risposta che getta ombre sui suoi pensieri politici: «La mia speranza è che prima o poi Israele non ci sia più, e che esista solo la Palestina. Quella terra non dovrebbe più essere chiamata Israele, ma piuttosto Palestina».

L’IMBARAZZO
Preso in contropiede dalla risposta, l’intervistatore ha tentato di spiegare alla ragazzina come in Germania sia proibita ogni forma di discriminazione raziale, religiosa e sessuale. Ma Reem si è fatta scudo proprio dietro a questa libertà di espressione: «Dove ora vivo, sono libera di dire ciò che penso. Qui, in Germania, posso affermare cose del genere e sono pronta a confrontarmi su qualsiasi argomento». La giovane palestinese ha poi aggiunto: «La mia patria è la Palestina, prima o poi mi trasferirò lì». Del resto parte della sua famiglia, nonni compresi, vive ancora nel campo profughi in Libano dove Reem è nata e cresciuta per 10 anni prima di migrare in Europa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone, Protagonisti Argomenti: , , , , Data: 29-07-2015 03:45 PM


4 risposte a “«Spero che Israele sparisca»”

  1. roberto scrive:

    Sparisca lei e i suoi amici terroristi

  2. Marco scrive:

    Ha piu che ragione. Lei è semita mentre gli ebrei messi dai rotshild in palestina con l’aiuto degli inglesi sono quasi tutti ebrei ashkenazi di origine caucasica. Per di piu sono ebrei anti semiti perché oltre a massacrare periodicamente donne e bambini palestinesi ( semitioriginari di quella terra) hanno massacrato irakeni e siriani per mani americane (l altro golem sionista controllato da queste potenti famiglie ebree europee)

  3. complimento scrive:

    É la prova che in fondo la Cancelliera non aveva fatto un affermazione gratuita, non si può accogliere tutti, ma non per motivi di credo, religione o colore della pelle, ..e non si venga a dire che la giovane età o l`esperienza di vita in campo profughi possono giustificare affermazioni di questo tipo. Cambiare in meglio le condizioni materiali di vita di una persona spesso comunque non la stimola ad andare oltre il proprio passato, ee spesso si fornisce solo una comoda sponda per meglio diffondere il proprio livore e risentimento. Per poi sentirsi dire: “sono in una terra libera adesso, e dico quello che voglio”. Forse l`umanità va aiutata a cambiare e maturare nel suo contesto e solo dopo a trovare il rispettivo posto nel mondo

  4. Sofia Colonnese scrive:

    Lo squallore e l’immoralità del terrorismo israeliano (e delle prostitute euro-americane al soldo politico di Israele) non avranno mai legittimità né giustificazione.

Lascia un Commento

*