Un cespuglio da proteggere

di Anastasia Garbo
Gwyneth Paltrow e Cameron Diaz ne fanno tranquillamente a meno. Anche per molti uomini è superflua. Ecco tutti i motivi per dire addio alla (dolorosa) depilazione della vagina.

ThinkstockPhotos-187499704Gwyneth Paltrow l’ha dichiarato apertamente: «Sotto le mutande sono decisamente Anni ’70». E non si riferiva ai costumi sessuali dell’epoca, ma al fatto che ha deciso di non depilarsi o, per lo meno, di ridurre al minimo l’attività di lamette e cerette. Del partito che nei Paesi anglofoni hanno battezzato pro-bush fa parte anche Cameron Diaz che al tema ha dedicato un interno capitolo del suo libro The Body Book. Una tendenza che ha contagiato anche il brand American Apparel che ha messo in vetrina manichini con triangolo genitale peloso. Senza dimenticare le continue rivendicazioni della vagina folta portate avanti dalle femministe. Insomma tutto porta a pensare che la depilazione pubica abbia i giorni contati. A dirlo sono anche le statistiche della UK Medix, secondo cui il 62% delle 1.870 donne intervistate è convinto che i partner preferiscano il look naturale. E i centri estetici newyorkesi dove sono aumentate le richieste per il full bush brazilian, cioè la rimozione dei peli solo dalle labbra vaginali, lasciando intatto il resto.

STIMOLAZIONE AUMENTATA
Le ragioni per cui a un uomo piace il look naturale sono diverse e facilmente rintracciabili sui forum e la pagine online (una su tutte I Love Hairy Woman di Tumblr). Molti parlano di un beneficio sessuale: i peli solleticano il pene e aumentano la stimolazione. Altri invece spiegano che una donna che si mostra come natura l’ha fatta ha una certa sicurezza di sé. Sicurezza che si traduce in forte sensualità. D’altronde è più attraente essere se stesse che conformarsi agli ideali di qualcun altro.

GLI ANTI-BUSH
Certo non esistono solo uomini pro-bush. Gli antagonisti sono sopratutto consumatori di porno 2.0, abituati alla pelle liscissima delle attrici per adulti. Nulla a che vedere con il film hot degli Anni ’90, dove i peli pubici c’erano eccome. La nuova generazione di fruitori di video a luci rosse è talmente abituata alla depilazione completa che alcuni giovani si dichiarano scioccati alla vista di un pube nature.

Se l’idea di disdire il vostro appuntamento con l’estetista vi sta sfiorando ecco i motivi, individuati da Alix O’Neill su The Debrief, che potrebbero spingervi a premere, definitivamente, il tasto ‘Chiama’ sul vostro smartphone.
1. La depilazione richiede tempo che potreste dedicare a cose decisamente più piacevoli.
2. I peli sono un perfetto scudo per il sole quando in vacanza ci si addormenta al sole. E le scottature in determinati punti sono assolutamente dolorose.
3. I peli sono lì per una ragione. Secondo il mondo della medicina la depilazione infatti aumenterebbe il rischio di infezioni e diffusione di batteri e virus come l’herpes. Inoltre il ‘cespuglio’ fa da cuscino a eventuali attriti che possono creare abrasioni sulla pelle.
4. La ceretta è costosa. Quei soldi potrete investirli nelle scarpe che sognate e che ai saldi puntualmente sono esaurite.
5. La ceretta è dolorosa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Bellezza Argomenti: , , Data: 23-07-2015 03:21 PM


Lascia un Commento

*