Il reality che sfida l'Isis

Go back to where you came from è lo show televisivo australiano che non ha avuto paura dello Stato Islamico. Tre concorrenti sono volati in Siria e hanno 'combattuto' contro le truppe del Califfato.

maxresdefaultSi chiama Go back to where you came from ed è l’ultima frontiera del reality made in Australia. Il programma mostra tre australiani che si sono fatti sparare addosso dai miliziani dell’Isis in nome dello show.

GIOCO PERICOLOSO
Kim, Nicol e Andrew sono stati i tre concorrenti, sui sei partecipanti della trasmissione prodotta dalla Sbs, selezionati per andare in Siria a confrontarsi con le truppe Isis. Le tre puntate sono in programma dal 28 al 30 luglio e si prevede già un boom di ascolti. Lo show è un mix tra il Grande Fratello e un documentario giornalistico con lo scopo di incuriosire i telespettatori proponendo temi all’ordine del giorno come l’immigrazione e l’avanzata dello Stato Islamico.

I PROTAGONISTI
Andrew è professore in lotta contro l’annacquamento della cultura australiana, Nicole è un attivista per i diritti umani e Kim è l’amministratrice di una seguitissima pagina Facebook contro gli sbarchi incontrollati. A completare il cast due sorelle dalle opinioni opposte e un ex rifugiato cambogiano. Un miscuglio di idee e pensieri che rendono lo show frizzante e ricco di spunti.

È KIM LA STAR
A stupire tutti è stata Kim, a suo agio tra corse spericolate e giubbotti anti-proiettili. L’australiana, una volta al sicuro a casa, ha spiegato a un quotidiano locale: «Se non avessi avuto famiglia e legami in Australia sarei rimasta volentieri a combattere con i peshmerga».

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone, Protagonisti Argomenti: , , , , , Data: 21-07-2015 06:07 PM


Lascia un Commento

*