Anche l'appesa è arte

Una performer norvegese vorrebbe filmarsi mentre si lega nuda a un albero ma rimane imprigionata per 4 ore. Il video Hanging in the Woods è il risultato.

nuda

Quando l‘arte, o quella che si presume tale, cozza con la realtà può avvenire che  una performer decida di appendersi nuda con una corda a un albero e vi rimanga involontariamente imprigionata per 4 ore. È quanto è successo all’artista norvegese Hilde Krohn Huse. La 26 enne aveva intenzione di realizzare un contributo video e aveva piazzato una telecamera per riprendere tutto. E il ‘tutto’ è stato tre ore e mezza nelle quali la ragazza si dimena a testa in giù e tenta di tutto per liberarsi. La signorina Huse ne esce con solo una caviglia slogata e una comprensibile delusione. «Mi sono sentita male quando ho rivisto il girato per prima volta. È  come se avessi rivissuto l’esperienza. Poi ci ho dormito su una notte, ho deciso di editarlo e chiamarlo Hanging in the Woods», ha detto al giornale norvegese VG.  Nonostante sia venuto fuori un girato che più lontano non poteva essere dalla proposizione originaria dell’artista, il contributo è stato selezionato per la prestigiosa mostra Bloomberg New Contemporaries, dove si espongono le migliori opere di 37 artisti in Gran Bretagna. Il video viene descritto come ‘la rottura fra performance e realtà’. Ormai l’arte può essere dappertutto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, Gallery, persone, Protagonisti, video Argomenti: , , Data: 20-07-2015 10:27 AM


Una risposta a “Anche l’appesa è arte”

  1. puzzailsignorvincenzo scrive:

    Il professore esimio Vincenzo Puzza si dice assolutamente entusiasta assaie di codesta iniziativa finalizzata a mostrarsi con assoluta generosità et impudicizia interamente ignuda.

Lascia un Commento

*