Obiettivo cliente

Scatti una foto al cliente di una prostituta? La vedrai stampata su un cartellone 6x3. La proposta di un sindaco per combattere il meretricio in strada.

Prostituzione1Proibirla o regolarla? La prostituzione fa discutere, da sempre. Tutti concordi, però, nel condannare il fenomeno della prostituzione in strada. Per questioni di decoro urbano, soprattutto, e per non ferire la sensibilità dei bambini (e le ragazze sfruttate? Poco importa). Per stroncare il fenomeno, comunque, il sindaco di Francavilla al mare Antonio Luciani ha deciso di indire un singolare concorso fotografico. Chi riuscirà a immortalare i clienti delle prostitute intenti a contrattare la prestazione sessuale vedrà la foto stampata su un cartellone 6×3 (parliamo di metri, ovviamente). Tutto senza censurare né le targhe delle auto né i volti dei clienti.

LOTTA ALLA PROSTITUZIONE: concorso “fotografa il cliente e noi stampiamo il 6×3″.Siamo quotidianamente impegnati di…

Posted by Antonio Luciani on Martedì 7 luglio 2015

LA CITTADINANZA È DIVISA
La proposta è arrivata su Facebook, e ovviamente ha scatenato un’accesa discussione. Molte le voci favorevoli, molte anche le voci contrarie, con diverse motivazioni. Qualcuno si appella alla privacy, ma su questo punto il sindaco non teme né denunce né querele. Non mancano poi i ‘benaltristi’, che invitano il sindaco a concentrarsi su problemi ben più importanti (quali, nello specifico, non è dato saperlo). E, ancora, altri invitano a riservare lo stesso trattamento agli impiegati comunali che trascorrono il loro turno di lavoro al bar.

MULTE DA 500 EURO
Antonio Luciani, da parte sua, afferma che non vuole denunciare solo i clienti, ma anche una mentalità che definisce ipocrita. Viene punito lo sfruttamento della prostituzione, ma non la prostituzione in sé. Il ricorso ai cartelloni 6×3 è solo l’ultima trovata del sindaco di Francavilla. Già in passato infatti aveva promosso un’ordinanza che introduceva sanzioni da 500 euro per i clienti. La prossima mossa? Un’ordinanza sul pericolo sanitario legato alla prostituzione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità Argomenti: , , Data: 13-07-2015 12:23 PM


Una risposta a “Obiettivo cliente”

  1. Francostars scrive:

    Affermo che le Ordinanze Sindacali ed i Regolamenti di Polizia Urbana devono essere conformi ai principi generali dell’Ordinamento, secondo i quali la prostituzione su strada non può essere vietata in maniera vasta ed indeterminata. Di conseguenza, i relativi verbali di contravvenzione possono essere impugnati in un ricorso. In più per le medesime ragioni, i primi provvedimenti suddetti non possono essere emessi per problematiche permanenti ed i secondi non possono riguardare materie di sicurezza e/o ordine pubblico.
    Inoltre, quest’azione è una palese violazione della privacy.

Lascia un Commento

*