Si dimette perché donna?

di Alexis Paparo
La CEO di Reddit, Ellen Pao, lascia dopo solo otto mesi alla guida del social network. Troppi commenti sessisti da parte degli utenti o una gestione della piattaforma che non è mai piaciuta?

ellen pao 2

«Vorrei solo ricordare a tutti che io sono un essere umano. Ho una famiglia, ho sentimenti. Ogni persona che viene attaccata su Reddit è come voi e me». Con questo messaggio Ellen Pao ha annunciato le sue dimissioni da CEO della società, dopo solo otto mesi di leadership: «mesi nei quali ho visto sul sito cose buone, cose brutte e cose orribili. Quelle buone mi hanno ispirato moltissimo, quelle orribili mi hanno fatto dubitare del genere umano». Nel suo messaggio di addio, Pao ha spiegato le ragioni del suo addio:« il consiglio di amministrazione mi aveva chiesto di aumentare il numero degli utenti nei successivi sei mesi, richiedendo una cifra che ritenevo di non poter raggiungere rispettando i principi base di Reddit», ha scritto. Ma gli scontri con gli utenti che hanno caratterizzato tutti gli otto mesi di presidenza Pao fanno supporre che non si tratti solo di metriche e statistiche di crescita. Il nuovo CEO di Reddit sarà Steve Huffman, che nel 2005 aveva contribuito a fondare il social network.

UNA MODERNA FAVOLA HI-TECH
Avvocato con studi pregressi a Princeton e Harvard, Pao è figlia di immigrati cinesi e suo padre era professore universitario di scienze matematiche alla New York University. Dopo due anni presso lo studio legale Cravath, Swaine & Moore della grande mela, è approdata nella Silicon Valley, passando per varie società prima di approdare, nel 2005, al prestigioso fondo di venture capital Kleiner Perkins Caufield & Byers. È uscita sbattendo la porta, e 2012, e facendo causa per discriminazione sessuale, approdando poi a Reddit, come dipendete e poi come CEO. Una moderna favola hi-tech, senza lieto fine.

ellen pao

UN LICENZIAMENTO NON GRADITO
A scatenare il putiferio, e una raccolta firme con oltre 213 mila sostenitori, il licenziamento di Victoria Taylor, uno dei più popolari dipendenti del social network che si occupava di coordinare le sessioni di AMA (“Ask Me Anything”, “Chiedimi qualsiasi cosa”), nelle quali gli utenti possono fare domande di qualsiasi tipo a chi decide di sottoporsi all’iniziativa, di solito personaggi famosi come Barack Obama, Snoop Dog  e Madonna. Un allontanamento che l’azienda non ha giustificato ufficialmente e ha scatenato la protesta di molti moderatori  che per qualche ora hanno chiuso alcuni delle categorie (subreddit) più popolari del sito, come quelli dedicati alla scienza, ai videogiochi, al cinema e alla storia. Che si sia trattato di un AMA andato male, o della decisione dei dirigenti Reddit di associare alle sessioni iniziative commerciali non condivisa dalla Taylor,  sta di fatto che la marea di proteste, e minacce di morte, che si sono riversate sulla CEO secndo molte fonti hanno influito sulla sua decisione.

LA SILICON VALLE NON È UN POSTO PER DONNE ?
Pao è  salita agli onori delle cronache per il suo ruolo di potere in un mondo ancora prevalentemente dominato da uomini e per aver fatto causa al precedente datore di lavoro, il leggendario fondo di Venture Capital Kleiner Perkins Caufield & Byers, per discriminazione sessuale. La causa, persa nel marzo scorso, ha comunque fatto giurisprudenza perché è la prima di questo tipo. Il problema è reale: meno del 5% dei fondi di investimento che contano sono gestiti da donne. Ma è stata questa la ragione che ha portato alle dimissioni di Pao? Il suo essere donna? Se molti giornali, tra cui il New York Times e il Corriere della Sera, hanno privilegiato questa ipotesi, e lo stesso Sam Altman, membro del consigli di amministrazione di Reddit ha commentato: «Gli attacchi sono stati peggiori perché ellen è una donna», c’è da considerare, come fa il Telegraph, che il licenziamento della Taylor senza spiegazioni è stato l”epic fail‘ definitivo di un sito che che promuove una libertà totale al linite del trolling e che negli otto mesi da CEO, Pao aveva chiuso alcune sezioni del sito al limite della persecuzione personale tra cui ‘Fat people hate‘, e cambiato parzialmente la sua policy, ottenendo in cambio moltissimi insulti da parte degli utenti. «Stiamo bannando comportamenti scorretti, non idee»: aveva provato a giustificarsi così la CEO, ma il dissenso è solo aumentato in modo esponenziale. Probabilmente, non (solo) per il suo essere donna.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, Donne della settimana, persone, Protagonisti Argomenti: , , , , Data: 13-07-2015 12:20 PM


Lascia un Commento

*