«Non sei abbastanza magra per eccitarmi»

È il messaggio che la blogger Michelle Thomas ha ricevuto da un uomo che aveva conosciuto su Tinder. Lei ha deciso di pubblicare tutto online e di rispondere a tono.

Bianca-Balti-e-famiglia2«Non sei abbastanza magra per eccitarmi». Questo il senso delle parole con cui Michelle Thomas è stata scaricata da un uomo conosciuto su Tinder. Purtroppo per lui, Michelle è anche una blogger. Che ha deciso di mettere tutto online. Il post, pubblicato qui, è diventato subito virale, ed è valso a Michelle l’appellativo di eroina femminista.

SCUSE AL VELENO
La cosa più assurda è che l’uomo, la cui identità rimane sconosciuta, non si è limitato a una singola frase, ma si è dilungato in un messaggio dove spiegava quanto avesse apprezzato il feeling che si era creato tra loro due. Ha definito Michelle come la ragazza più bella che abbia mai conosciuto, ma ciò detto non era sicuro che il proprio corpo «potesse rispondere in maniera adeguata una volta toltisi i vestiti». Che dietro le mille scuse di lui si celasse in realtà un altro intento?

tabathia-lee-groomsLUI HA UNA FIGLIA
È la tesi di Michelle, che dietro le parole apparentemente sdolcinate ha visto in realtà l’intenzione di attaccarla e ferirla facendola vergognare del suo aspetto fisico. «Forse mi hai visto troppo sicura di me e hai pensato che fosse il caso di ridimensionarmi?», si chiede Michelle. La cui autostima, però, non è stata intaccata dai commenti dell’uomo misterioso. Che, si scopre, ha una figlia di tredici anni. Concludendo il post, Michelle si dice seriamente preoccupata per lei e si augura che crescendo sviluppi un’autostima a prova di bomba con la quale affrontare i piccolo uomini infelici che cercheranno di erodere la sua felicità. Un po’ come suo padre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità Argomenti: , , Data: 08-07-2015 05:51 PM


3 risposte a “«Non sei abbastanza magra per eccitarmi»”

  1. ggggggggg scrive:

    Ma saran cazzi suoi ? E’ un suo gusto personale, se la donna in questione era troppo grassa per i suoi gusti che male c’è? Non deve piacere per forza

  2. Zio Effe scrive:

    No, non ti ha visto troppo sicura di te, ti ha visto troppo grassa.
    Gusto personale.
    Fattene una ragione.
    Tipo, io sono calvo, e se una mi dice che non gli piacciono i pelati di merda come me, io non è che penso che mi abbia voluto colpire perchè mi ha visto troppo sicuro di me.
    Semplicemente penso che non le piacciono le capocce a boccia.
    Fine

  3. Ilario Mammone scrive:

    Usi un un sito d’incontri. Scopo del sito: conoscersi, passare del tempo assieme, fare amicizia, piacersi, fare sesso, innamorarsi, sposarsi…insomma…questa roba qui. Le regole sono abbastanza chiare, quindi: ci si contatta, poi magari ci si incontra di persona, dopodiché se ci piaciamo…si va avanti. Non penso ci sia una regola sul “perché” piacersi o meno. È una possibilità implicita e scontata che per un motivo X io ti vado a genio, o no. E viceversa. Se a te non piace il mio abbigliamento, il mio odore, quello che dico, il mio accento, il mio pisello o il mio modo di rivestirmi, non ci posso fare nulla. Anzi, non sei neanche tenuta a darmi più di tante spiegazioni. A maggior ragione perché in questo sistema si è “saltati” dal virtuale al corporeo e il salto, si sa, ha conseguenze imprevedibili. Quindi, donna psicologicamente (non fisicamente) frustrata e complessata, accetta di nonbessere piaciuta ed evita di sputtanare la gente, anche quando la motivazione ti urta. Io ti denuncerei per diffamazione e violazione della privacy. Ovviamente il pensiero vale anche a sessi invertiti!!! Che di sti tempibtocca specificarlo!

Lascia un Commento

*