Lorella, un messaggio ai violenti

Archiviata la polemica con Heather Parisi, la Cuccarini si rivolge direttamente agli utenti dei social che, a suo parere, l'hanno aggredita con eccessiva veemenza.

"Il Pianeta Proibito": Musical Theatre PhotocallDopo la polemica con Heather Parisi e il successivo chiarimento, Lorella Cuccarini ribadisce nuovamente le sue posizioni sui matrimoni gay con un articolato post sul suo sito ufficiale, indirizzato ai «violenti». Lorella respinge ancora una volta al mittente le accuse di omofobia e spiega che il fenomeno che considera intollerabile non è l’unione gay, ma la compravendita degli uteri in affitto, anche quando questa riguarda delle coppie etero.

 

UN INVITO ALLA CALMA
Nel post Lorella porta avanti anche una riflessione sui social network, sull’inadeguatezza del limite dei 140 caratteri per esprimere concetti complessi ma, soprattutto, sull’aggressività di cui si è sentita vittima dopo aver retwittato una foto del Family Day. Lorella afferma che si è sempre battuta contro le discriminazioni, e in particolare contro quelle sessuali. E anche se i toni accesi sono giustificabili, insulti e accuse di omofobia non sono tollerati. Tanto che sul finire del post arriva a non escludere azioni legali. Chiudendo poi con «un abbraccio» morandiano nella forma ma non nel tono.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Una risposta a “Lorella, un messaggio ai violenti”

  1. Ad scrive:

    APRITE gli occhi

    IL 82 % delle adozione gay in Europa sono da una lesbica al figlio NATURALE della sua compagna. (dati I.L.G.A.EUROPE )

    NATURALE significa del suo utero, concepito con il seme di un amico , amante occasionale o donatore che sia .

    Nessun paese ha mai potuto fare niente . Non lo puoi vietare !

    l’utero è loro , ed è loro diritto riempirlo , piaccia o nò. Per rimanere in cinta ci vuole veramente poco. Sempre è stato così.

    Le copie lesbo hanno due uteri…… Uno dei due sicuramente è fertile .

    Che vuoi vietare ?
    che la compagna adotti il figlio del’altra ?
    Ma il bambino è già nato !
    lo volete capire … il bambino è gia nato !

    Il danno li si fà al bambino , se la mamma 1 muore , il bambino va a un orfanotrofio se la mamma 2 muore, il bambino non becca l’eredità .

    Una tecnica molto usata in Italia è non attaccare i gay ( così non passi da omofobo ) , ma difendere i bambini ….

    così automaticamente la collettività gay passa dalla parte del torto, cosi è facile delegittimare i gay di qualunque cosa , poi se ti metti dalla parte della vittima diventi un eroe .

    La cucca parla di violenza …

    E lei dice ” i bambini non si comprano ”

    facendo capire che i ” mostri Gay ” trattano i bambini come merci che comprano .

    Mi viene da vomitare !

    Se una donna eterosessuale si fà mettere in cinta con una fecondazione assistita.
    si dice ” si è fatta aiutare ”

    Se una donna lesbica si fà mettere in cinta con una fecondazione assistita.
    si dice ” si è comprata il bambino ? ” ? Non è omofobo ?

    Lei parla di Cristo e di cristianità ma poi insulta il 82 % che hanno avuto 9 mesi il figli in pancia dicendole che si sono ” comprate i bambini ” ?. Non ti sembra un po perverso ?

    Non è un insulto questo ?

    Per insultare in italia che bisogna fare ?

    Un insulto omofobo mica è solo ” Bruto frocio devi morì !

    Non so se conoscete Anita Bryant , altrimenti cercate su Google .

    A me sembra che la storia si ripeta , in ogni decade cè una Anita Bryant .

Lascia un Commento

*