Il giorno del bacio

È universale e senza tempo, praticato già dagli antichi greci. Attiva gli ormoni della felicità e fa bruciare calorie: un focus sul gesto più romantico nella sua festa mondiale.

COPPIA-BACIO

È uno dei gesti più universali e antichi: nel corso dei secoli ha significato amore, affetto, lealtà, promessa. E proprio per celebrare il bacio e tutti i simboli che porta con sé che nel 1990 in Gran Bretagna è nato il World Kiss Day, la Giornata Mondiale del Bacio, presto diffusa in tutto il mondo.

DAGLI ANTICHI GRECI AI GIORNI NOSTRI
Del bacio ‘alla francese’  parlava già Aristofane nella sua commedia Le nuvole con  il termine katàglossos‘ (da katà = profondo e glossa = lingua). Gli antichi romani ne avevano diverse tipologie e  distinguevano fra il ‘basium’,  ’l’osculum’ (bacio fra amici) e il ‘suavium’ (il bacio fra amanti). Esisteva anche il diritto al bacio, ‘jus osculi‘, un’usanza utilizzata per accertarsi che le donne non avessero bevuto il vino. Nel Medioevo l’abitudine di baciarsi per salutarsi è stata mantenuta seppur regolata da rigidi dettami. Le persone di pari condizione sociale si baciavano sulla testa, sulle guance e anche sulla bocca. Più basso era il rango, più in basso era il posto dove l’inferiore poteva baciare il superiore: partendo dai piedi, man mano che si saliva di rango, si progrediva all’orlo del vestito, al ginocchio e quindi alla mano. Nei secoli, i baci assumono sempre più una connotazione  erotica e perdono gli antichi significati simbolici. Nell’Ottocento diventa sconveniente baciarsi in strada e in pubblico e, in ogni caso, le ragazze non devono mai farlo per prime.

PENSA ALLA SALUTE
Baciare fa anche bene alla salute, portando felicità e benessere. Il mostro corpo produce una grande quantità di ormoni, tra i quali l’adrenalina, la dopamina e la serotonina che stimolano sensazioni di benessere e gioia. A essere salutare è anche lo scambio di batteri che porta alla produzione di anticorpi fondamentali per prevenire le malattie. Il bacio inoltre aiuta a mantenersi in forma: permette di bruciare 12 calorie e di stimolare molti muscoli.

FESTEGGIAMENTI A SUON DI BACI
Quest’anno la ricorrenza fa tappa a Expo, dove Baci Perugina, sponsor ufficiale dell’Esposizione, ha deciso di festeggiare all’interno del suo Padiglione invitando i visitatori a fotografarsi mentre si baciano. Le foto saranno poi caricate sui social con l’Hashtag #BACIaMI: un viaggio alla scoperta dei mille modi di baciarsi. La Repubblica di San Marino ha voluto dedicare alla giornata anche quatto francobolli realizzato a partire dai bozzetti di Olimpia Zagnoli. A Firenze, invece, il bacio si festeggia con una mostra di Kristina Grancaric: un’esposizione di disegni, interamente realizzati a mano con penna calligrafica giapponese, che vuole far riflettere su come l’amore sia cambiato con l’avvento delle nuove forme di comunicazione. Non direttamente connessa al bacio ma al suo più ampio concetto di amore è la mostra Lovvism. L’amore va di moda, personale dello street artist e fashion designer Angelo Cruciani, ospitata fino al 29 agosto presso il MA-EC – Milan Art & Events Center, prima Galleria Cinese in Italia per l’arte contemporanea. Le 35 tele dell’artista esplorano profondamente il simbolo dell’amore, accompagnati da una collezione in limited edition di capi d’abbigliamento maschili che sono vere e proprie opere d’arte da indossare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità Argomenti: , , , , , Data: 06-07-2015 12:10 PM


Lascia un Commento

*