Occhi rossi in piscina? Non è il cloro

O meglio non solo. Secondo l'equivalente Usa delle nostre Asl a causare il fastidio sarebbero urina, sudore e feci che vi si mescolano. Ed è allarme igiene.

pic urinaEcco la notizia che tutti quelli che vanno regolarmente in piscina non vorrebbero mai conoscere. Gli occhi rossi, fastidioso effetto collaterale di una bella nuotata, non sarebbero causati dal cloro ma dalla presenza di urina nell’acqua. A rivelarlo il rapporto  annuale dei Centers for Disease and Control Prevention. Secondo l’equivalente americano delle nostre Asl ciò che i nostri occhi mal sopportano non sarebbe il cloro in sé ma la sua combinazione con il nitrogeno contenuto nell’urina, ma non solo. «È il cloro mischiato con feci, sudore e molte altre cose che portiamo in acqua», ha detto Michele Hlavsa, responsabile del programma sulla salute in piscina. Il composto chimico che si viene a creare arrossa gli occhi, fa colare il naso e ci fa tossire.

FARE SEMPRE LA DOCCIA E USARE TAPPI E CUFFIA
Per evitare il disturbo il rapporto consiglia di prendere sul serio le comuni pratiche di igiene che vengono indicate all’ingresso di ogni piscina. Fare sempre la doccia prima di entrare e dopo aver finito, non urinare in acqua, usare tappi per le orecchie o ricordarsi di scrollare l’acqua dal canale uditivo per non farla ristagnare, mettere la cuffia, non scambiarsi l’asciugamano e lavarlo almeno a 40 grandi quando lo si riporta a casa. Ultimo consiglio, ma vista la notizia non meno importante, proteggere gli occhi con maschera o occhialini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità Argomenti: , , , , , , Data: 29-06-2015 05:58 PM


Lascia un Commento

*