Uccide moglie e suocera con un candelabro, arrestato

Succede a Reggio Calabria. L'assassino, un uomo di 55 anni, è stato arrestato dalla polizia mentre tentava la fuga.

Uccide moglie e suocera a coltellate, arrestato

Straziati da decine di coltellate e colpi e riverse sul pavimento della cucina di casa. La polizia di Reggio Calabria ha trovato così i corpi di Antonia Labella, 53 anni, e di Antonia Cicciù, 83, rispettivamente moglie e suocera dell’assassino Pasquale Laurendi, 55 anni. L’omicida ha utilizzato anche un candelabro con il quale ha colpito ripetutamente alla testa le vittime. Le cause del gesto devono ancora essere ricostruite ma di certo c’è che nella notte fra il 22 e 23 giugno i tre stavano litigando violentemente e che non era la prima volta che accadeva. Laurendi è stato bloccato dalla polizia a poca distanza dell’abitazione, mentre tentava la fuga. I due figli della coppia, al momento del duplice omicidio, non erano in casa. A chiamare  le forze dell’ordine sono stati alcuni vicini di casa, allarmati dalle grida provenienti dall’abitazione di Laurendi e della moglie.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità Argomenti: , , Data: 23-06-2015 03:06 PM


Lascia un Commento

*