«Con Sugru la vita è più semplice»

di Caterina Belloni
Intervista a Jane Dhulchaointigh, la ragazza irlandese che, quasi per caso, ha dato vita a un materiale flessibile, malleabile e versatile che non ha limiti di utilizzo.

_DVF6349Su Youtube i suoi video impazzano quanto quelli delle pop star. Tanto che qualcuno la definisce un fenomeno di massa. Un successo dilagante quello di Sugru, la colla modellabile inventata e prodotta in Inghilterra, che rischia di diventare uno di quei prodotti pratici che in casa non possono mancare, come lo scotch o i Post it. Merito di Jane Dhulchaointigh, 36enne irlandese che studiando design industriale e scultura ha scoperto la formula magica per un materiale colorato e flessibile, che si modella, poi indurisce, diventa gomma di silicone, resiste all’acqua e può essere utilizzato in mille modi. Per sostenere una mensola, creare un portachiavi, riorganizzare la scrivania, aggiustare giocattoli. Basta digitare Sugru in un qualunque motore di ricerca o su Youtube per farsi un’idea del fenomeno e… divertirsi.

SCLR8-packDOMANDA: Jane, ci racconti qualcosa di lei.
RISPOSTA: Sono cresciuta in una fattoria in Irlanda e il mio passatempo preferito era quello di creare delle cose. Ho imparato a cucinare con mia mamma, a cucire con mia nonna. A dieci anni ho decorato tutta la mia camera e inventato arredi anche per il resto della casa. Amavo usare le mani, fare cose pratiche sfruttando la mia fantasia.
D: Quindi ha continuato sulla strada della creatività?
R: Dopo la scuola superiore sono andata a Londra a studiare arte e scultura e ho deciso di interessarmi al corso di design industriale, perché la mia idea era quella di rendere utile la creatività. Ho sempre pensato che la creatività potesse servire per rendere la vita migliore.
D: Com’è nata Sugru?
R: Stavo elaborando un progetto per la scuola e volevo modellare qualcosa, come una scultura. Ma cercavo un materiale originale, così ho messo insieme un po’ di elementi diversi. È nata questa pasta che si solidificava, ma non avevo bene idea di come usarla.
D: Come ha scoperto il vero potenziale di Sugru?
R: Un giorno, l’acqua della doccia di casa mia non defluiva bene, perché il tappo si muoveva troppo. Ho agguantato un pezzo della pasta che stavo provando e che era in giro nel bagno come in tutta la casa e ho fissato il tappo con quella. Ha funzionato e solo dopo ho realizzato che era un materiale pratico ed efficace. Hair StraigtnerD: Così facile?
R: No, da lì in poi ci sono stati cinque anni di studio con un team di chimici e fisici e cinque anni per il lancio in termini di marketing, ma poi Sugru si è trasformato in una realtà. E mi ha reso felice perché sono riuscita a creare qualcosa che è davvero utile, come sognavo.
D: Secondo i vostri dati, fino ad oggi 500 mila persone hanno provato Sugru in 156 paesi. Dove si può trovare?
R: Si può comperare on line al nostro sito Sugru.com oppure nei negozi, ma per il momento solo nel Regno Unito, negli Stati Uniti e in Gran Bretagna.
D: Come definirebbe la sua invenzione?
R: Noi diciamo che è la nuova colla modellabile che aggiusta e migliora quasi tutto. Un materiale pratico e colorato per stimolare la creatività e risolvere i problemi di tutti i giorni. L’elemento della fantasia è molto forte, in fondo il nome deriva dal termine irlandese usato per indicare il gioco.
D: Allora ci faccia un esempio della cosa più strana che hai fatto usando Sugru.
R: Abbiamo appena lanciato una campagna di video su Youtube che si chiama Domestic ninja attraverso la quale spieghiamo che basta un pezzo di Sugru per risolvere i problemi di casa. Quando aggiustiamo qualcosa in casa ci sentiamo fieri, come se avessimo fatto qualcosa di eroico. In fondo siamo dei ninja, dei supereroi casalinghi che risolvono le emergenze e aggiustano giocattoli, evitano che l’Ipad diventi sporco e si danneggi quando viene usato in cucina per seguire delle ricette, sistemano la bicicletta…
tap yellowD: Qualcuno sostiene che Sugru sia un prodotto destinato a diventare onnipresente, un po’ come i Post It. Cosa ne pensi?
R: Amo questa idea perché uso tanto i Post it! E poi mi piacerebbe poter pensare che tutti avranno in mente Sugru come una soluzione, che in ogni casa c’è per poter sviluppare centinaia di idee diverse e trovare mille soluzioni.
D: Voi fate campagne pubblicitarie ma puntate molto sui social network per farvi conoscere. Come mai?
R: Ci è venuto naturale. Abbiamo cominciato via Internet, perché la gente ci compra tantissimo via Internet. E poi abbiamo chiesto ai nostri clienti di darci un riscontro e raccontarci come avevano usato Sugru. Ed è successa questa cosa straordinaria: tutti ci mandavano foto o video con le loro trovate. Alla fine ne avevamo tantissime, abbiamo iniziato a condividerle e adesso sono direttamente i nostri acquirenti che le condividono attraverso i social media. In modo che via Facebook, Twitter o Youtube condividiamo suggerimenti per cambiare la vita di tutti in meglio.
D: Quali sono i suoi prossimi progetti?
R: Continuare a migliorare Sugru. All’inizio avevamo cinque colori, adesso sono diventati dieci. Ma ci sono ancora aspetti su cui lavorare per rendere la vita di tutti più semplice.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone, Protagonisti Argomenti: , , , Data: 22-06-2015 01:33 PM


Lascia un Commento

*