La moda passa da Instagram

di Enrico Matzeu
Alessandro Dell’Acqua posta dal suo account immagini dal backstage, Stefano Gabbana si sbizzarrisce condividendo foto di blogger e giornalisti. Perché a Milano la sfilata è (quasi) un dettaglio.

Dopo Pitti Uomo 88, come tradizione, il carrozzone della moda maschile si sposta a Milano Moda Uomo, in programma fino al 23 giugno nel capoluogo lombardo. Un lungo week end in cui le principali case di moda propongono le collezioni uomo per la primavera/estate 2016 con sfilate e performance sempre più spettacolari. Ecco chi sono i modelli protagonisti delle sfilate. Il fashion system, però, non si limita a guardare, ma anche a scattare in modo quasi ossessivo con smartphone e tablet durante le sfilate e i party più chiacchierati. Instagram si conferma il social network più utilizzato poi, per postare le foto direttamente dal front row.

Rosita Missoni con i nipoti  immortalata da Marcelo Burlon.

Rosita Missoni con i nipoti immortalata da Marcelo Burlon.

GLI STILISTI PIÙ SOCIAL
Tra i profili da seguire durante la settimana della moda milanese, ci sono sicuramente quelli degli stilisti, che postano anticipazioni, dettagli e scatti dal backstage. Che siano loro o i loro assistenti, poco importa, la cosa interessante è vedere con un occhio interno i segreti dei défilé. Alessandro Dell’Acqua è quello che ha regalato più soddisfazioni, con immagini dal dietro le quinte e della sfilata di N°21 Man, la linea che firma in prima persona. Stefano Gabbana, poi, si sbizzarrisce ripostando le foto di blogger e giornalisti della sua collezione ispirata alla Palazzina cinese di Palermo. Rosita Missoni con i nipoti, tutti abbigliati con la tradizionale maglieria, sono i protagonisti invece dello scatto del neostilista Marcelo Burlon, che in attesa della sfilata della sua County of Milan, si concede qualche altro show. La collezione Diesel Black Gold è futurista e il direttore creativo Nicola Formichetti si siede in prima fila e si scatta un selfie (con tanto di dito medio) assieme con l’ospite d’eccezione Joe Jonas. Lo stilista austriaco Arthur Arbesser, infine, neo direttore creativo di Iceberg, ritrae un pezzo della collezione, esprimendo la sua felicità nel far parte di quella che lui definisce una famiglia.

Sul suo profilo Instagram Nicola Formichetti posta una foto assieme con Joe Jonas alla sfilata di Diesel Black Gold.

Sul suo profilo Instagram Nicola Formichetti posta una foto assieme con Joe Jonas alla sfilata di Diesel Black Gold.

LE SFILATE DIVENTANO SHOW
Questa quattro giorni di sfilate si distingue anche per gli show più bizzarri e spettacolari. A partire da Philip Plein, che negli spazi di viale Isonzo ha accatastato vecchie auto tutte tinte di oro e argento per delle performance mozzafiato con lanciafiamme, moto e gipponi, perfetti per raccontare il suo uomo underground e molto rock. È intellettuale e pulita la moda di Prada, che indica subito la sua cifra stilista regalando al pubblico dei gustosi ghiaccioli confezionati in linea con il brand. Alle QC Terme di Milano hanno sfilato invece gli uomini sportivi di Dirk Bikkembergs, tra pantaloni in pelle e camicie bagnate dall’allure decisamente sexy. Molto più intimista la sfilata di Pringle of Scottland, che ha scelto gli spazi di 10 Corso Como e le preformance di danza della Michael Clark Company per presentare una collezione pulita che va dal burro al grigio perla.

I ghiaccioli offerti durante la sfilata di Prada, immortalati dalla fashion editor di Esquire Korea.

I ghiaccioli offerti durante la sfilata di Prada, immortalati dalla fashion editor di Esquire Korea.

GLI SCATTI DEGLI ESPERTI
Come sempre i vari blogger o fashion editor delle testate di settore, sono riusciti a fare un racconto dettagliato e a inquadrare le tendenze per la prossima estate. Il pantalone corto portato con la giacca continua ad essere un must e il direttore de L’Officiel Homme, Gianluca Cantaro, ha immortalato quello di Jil Sander, mentre l’attore e modello Paolo Stella, ha pubblicato un frammento della sfilata di Andrea Pompilio, con uomini in bermuda di jeans e giubbino in pelle. L’edito di Repubblica, Simone Marchetti, racconta con dovizia di particolari la sfilata di Corneliani e i suoi modelli di un’eleganza contemporanea, mentre l’inviata di Esquire Korea, rimane colpita dalla sportività glam di Bottega Veneta.

ECCO LA SFILATA DI MISSONI NEGLI SPAZI DELL’UNIVERSITÀ STATALE DI MILANO 

Immagine anteprima YouTube
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Lascia un Commento

*