Picchiata per la sua ombra

di Matteo Mazzuca
È successo a una ragazza indiana appartenente alla casta degli intoccabili, aggredita dalle famigliari di un ragazzo per il più futile dei motivi.

Widows of upper caste Hindu landlords weep 20 MarcL’India, si sa, è un paese dei contrasti. Frase banale, ma che sembra trovare conferma nei fatti di cronaca più recenti. Se da un lato il Paese in via di sviluppo si dimostra all’avanguardia mettendo una preside trans alla guida del liceo, dall’altra rimane ancorata alla tradizione delle caste. L’ultimo caso di cronaca riguarda una ragazza dalit, cioé appartenente agli intoccabili, che è stata selvaggiamente picchiata. La sua colpa? Avere inavvertitamente proiettato la propria ombra su un ragazzo appartenente a una casta superiore.

L’ACCADUTO
La ragazza si era recata al pozzo del villaggio. Mentre era occupata a manovrare la pompa dell’acqua, la sua ombra si è poggiata su Puran Yadav, che passava casualmente da quelle parti. La cosa non è sfuggita alle famigliari del giovane, che si sono avventate sulla ragazza pestandola con violenza. Infine, l’hanno minacciata di morte ammonendola di non farsi più vedere nei dintorni della fontana.

IL SISTEMA DELLE CASTE
Ufficialmente le caste sono state abolite in India, ma nelle aree rurali più remote gli intoccabili vivono letteralmente segregati. Nei casi più estremi, non gli è permesso nemmeno di guardare negli occhi gli appartenenti alle caste superiori. Il sistema delle caste prevedeva tradizionalmente quattro varna. La classe più nobile era quella dei sacerdoti, cui seguivano quelle di guerrieri e nobili, mercanti e artigiani, e infine i servitori. I dalit sono esclusi persino da questa classificazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, Top news Argomenti: , , Data: 16-06-2015 03:52 PM


Lascia un Commento

*