Tra bufale e tradizioni ecco il toto-tracce

Dante, Pirandello, Saba, ma anche l'Expo, l'Isis e l'anniversario dall'entrata in guerra dell'Italia. Ecco i temi favoriti per la Maturità. Ma il Miur avverte: «le tracce date per certe il giorno prima non sono mai uscite».

esami-di-stato-700x393Un rito di passaggio, il primo banco di prova dell’essere adulti. Mercoledì 17 giugno alle 8.30 quasi 500 mila studenti delle scuole superiori affrontano la prima prova scritta della Maturità 2015, e come ogni anno la tensione viene alimentata, o forse stemperata, dal toto-tracce. Uno ‘sport’, o meglio una tradizione in voga da ben prima che internet facesse proliferare ‘amici ben informati‘ e siti oracolo e che forse ha un’unica costante: l’autore o il titolo dati per certi il giorno prima di solito non fanno parte di quelli messi a punto dalla commissione.

LA LUNGA GENESI DELLE TRACCE
È il ministero a fornire la password per decriptare il plico elettronico nella mattina del primo giorno di esami. Prima di allora nessuno ha le tracce. Al Miur un team di docenti universitari, ispettori tecnici, dirigenti scolastici e professori delle superiori inizia a lavorare alla loro elaborazione già da dicembre e vengono prodotti oltre 700 temi diversi dai quali viene poi estrapolata la rosa dei 30 titoli poi sottoposta al ministro dell’Istruzione che ha l’ultima parola e rende di fatto impossibile ogni previsione. Si può scegliere fra diversi tipi di proposte: dall’analisi di un testo letterario, alla redazione di un saggio breve o di un articolo di giornale, fino alla traccia di argomento storico.

DANTE E PIRANDELLO TRA I FAVORITI
Neanche quest’anno sono mancati i pronostici: in pole position autori come Dante, di cui ricorre l’anniversario dei 700 anni dalla nascita, e Pirandello o Saba. Non si fa fatica a ipotizzare perché tra i grandi argomenti di attualità spicchino l’Expo e l‘Isis, anche se fosse resta ovviamente da capre in che chiave. Le commissioni sono di solito attratte dagli anniversari: nel 2015 ricorrono i 100 anni dell’entrata in guerra dell’Italia nel primo conflitto mondiale e anche la teoria della relatività di Einstein è datata 1915. Quest’anno si sono festeggiati anche i 70 anni della liberazione. Ma chissà di quanti altre ricorrenze non si è tenuto conto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità Argomenti: , , , , , , Data: 16-06-2015 01:04 PM


Lascia un Commento

*