Una dieta da 100 e lode

di Matteo Mazzuca
Come alimentarsi per affrontare l'esame di maturità? The e caffé sono davvero fondamentali? Ecco le linee guida da seguire per tagliare il traguardo in forma e nel pieno delle forze.

ThinkstockPhotos-157867603Mens sana in corpore sano. Ma quando si è inchiodati alla scrivania tutto il giorno per preparare l’esame di maturità, è difficile trovare il tempo per muoversi un p0′. Diventa cruciale quindi il ruolo dell’alimentazione, che deve continuare ad apportare nutrimento ed energia ai maturandi, senza però appesantirli troppo. Quali sono dunque le linee guida da seguire per una dieta da 100 e lode?

ThinkstockPhotos-166214517IL BUON ESAME SI VEDE DAL MATTINO (E DALLA COLAZIONE)La colazione è il pasto più importante della giornata. In tempo di esami, diventa fondamentale per combattere debolezza e stanchezza, nemiche giurate della concentrazione. Colazione ricca e abbondante, dunque, a base di frutta, yogurt, cereali, pane, miele e marmellata. Se però bisogna affrontare l’esame orale nelle prime ore del mattino, meglio mangiare un po’ di meno e portarsi dietro uno spuntino di ‘rinforzo’.

ThinkstockPhotos-148061067CENA LEGGERA MA NUTRIENTE
La cena deve essere leggera e non va mai consumata dopo le 20.30. Sì al pesce (o alle carni bianche), ma anche verdure e sedano. Un bicchiere di latte caldo prima di coricarsi, poi, aiuta a distendersi ulteriormente. Una buona tisana sortisce lo stesso effetto.

ThinkstockPhotos-87339757THE E CAFFÈ? MEGLIO EVITARE
Se si eccede con le due bevande stimolanti per eccellenza, l’effetto può essere deleterio. Se entro sera non si smaltisce la caffeina, si dormirà male e il giorno dopo non si sarà abbastanza riposati per affrontare un nuovo giorno di studio o, peggio, l’esame stesso. E a cadere nella morsa dell’ansia e del nervosismo, ci vuole un attimo.

ThinkstockPhotos-135542601NESSUN MIRACOLO
È importante sottolineare che non esiste la dieta miracolosa che, tutt’a un tratto, migliorerà le prestazioni del vostro cervello. Il segreto sta nel seguire una dieta bilanciata e articolata su cinque pasti al giorno. Riassumendo, è fondamentale una prima colazione ricca che possa sostenere lo sforzo di tutta la giornata. Pranzo e cena devono essere leggeri ma nutrienti, così come gli spuntini. Infine, importantissimo bere tanta acqua, cominciando al risveglio. L’acqua fornisce ossigeno al cervello e ne migliora le prestazioni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità Argomenti: , , , , Data: 15-06-2015 06:14 PM


Lascia un Commento

*