«Dormi o ti sfondo il cranio»

Usa, una mamma 22enne ha preso ripetutamente a pugni il figlio di 2 mesi perchè non smetteva di piangere.

BBla91s.img«Non mi lasciava dormire», si è difesa Peek Gaddis, una ventiduenne di Cincinnati, arrestata con l’accusa di aver ripetutamente colpito con dei pugni il figlioletto di appena due mesi. Come ha spiegato il Mirror, il motivo è inquietante. Davanti agli agenti la donna ha ammesso di aver picchiato il piccolino perché stava piangendo e lei non riusciva a dormire.  Il bambino ha subito diverse fratture al cranio che gli hanno provocato un’emorragia cerebrale. Le sue condizioni sono molto critiche.

HA GIÀ AVUTO PROBLEMI CON LA GIUSTIZIA
Secondo i media americani la Peek Gaddis, di professione aiuto infermiera, ha avuto già problemi con la giustizia nel 2010 e nel 2013 per episodio analoghi. La cauzione per il rilascio, in attesa della prima udienza fissatan per il 22 giugno, è di 15 mila dollari. Il giudice ha comunque disposto il divieto assoluto per la donna di entrare in contatto con i suoi tre figli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone, Protagonisti Argomenti: , , Data: 15-06-2015 05:12 PM


Lascia un Commento

*