Abbandonati dai genitori, si suicidano

Succede in un villaggio della Cina, dove quattro fratellini hanno bevuto pesticida dopo essere stati lasciati a casa da soli dal marzo scorso. Il governo ha promesso punizioni esemplari.

il-bagno-domenicale-spesso-di-domenica-arrivano-volontari-di-associazioni-locali-che-aiutano-in-qualche-modo-mama-kong-e-i-suoi-bambiniorig_main«Era arrivato il momento giusto». Questo il messaggio trovato accanto ai corpi di quattro fratellini cinesi, il più grande aveva 13 anni e la minore 5, trovati morti nella loro abitazione nel distretto del Qixingguan, in Cina.  Un biglietto che non lascia troppi equivoci e farebbe pensare a un suicidio collettivo. I bambini erano stati lasciati a casa da soli nel marzo scorso dai genitori, spinti dalla necessità di trovare lavoro in una grande città e impossibilitati a portarli con loro.

IL GOVERNO HA PROMESSO PUNIZIONI ESEMPLARI
I bambini hanno bevuto del pesticida liquido e, secondo i media locali, i più piccoli erano sotto l’influenza del fratello maggiore. Intanto, mentre le indagini proseguono, due capi del villaggio sono stati licenziati e tre alti funzionari sono stato sospesi. Il governo distrettuale ha promesso azioni disciplinari esemplari. Il caso infatti ha suscitato scalpore e commozione in Cina, dove il fenomeno dei bimbi abbandonati dai genitori per ragioni di lavoro è molto diffuso e i casi simili sono milioni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità Argomenti: , , , , Data: 12-06-2015 04:00 PM


Lascia un Commento

*