Disabile uccisa, fermati marito e amante di lui

di Matteo Mazzuca
I presunti assassini hanno sferrato 24 coltellate contro la giovane marocchina, che ha provato a difendersi fino all'ultimo.

ThinkstockPhotos-167199861Sara El Omri, diciannovenne di origini marocchine affetta da disabilità, è stata uccisa la sera del 2 giugno ad Albino, un paese del bergamasco. A sferrare le 24 coltellate letali, secondo gli inquirenti, sono stati il marito 25enne e l’amante di lui, una svizzera di sedici anni incinta. Prima di morire, la giovane ha incrociato un passante che ha chiamato il 118. I soccorsi sono arrivati sul posto quando la donna era ancora viva. Due coltelli sono stati ritrovati sul luogo del delitto e sono stati inviati ai RIS di Parma per tutti gli accertamenti del caso. Non è ancora chiaro il movente che ha spinto i due amanti a compiere il delitto. Dalle prime indiscrezioni, pare che il 25enne avesse interrotto la relazione e che Sara non si fosse ancora rassegnata. Sarebbe così scaturita una lite sfociata poi nell’omicidio.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità Argomenti: , , , , Data: 03-06-2015 04:50 PM


Lascia un Commento

*