«Adesso assaggio io»

di Federica Barella
A tu per tu con Christina Tosi, la pasticcera italoamericana che prenderà il posto di Joe Bastianich a MasterChef USA. Negli Stati Uniti è famosa per aver creato la catena Milk Bar.

Voleva fare l’ingegnere elettronico. Anzi, no! Voleva dedicarsi alla matematica. Poi ci ha ripensato ancora e ha deciso che avrebbe trascorso la sua vita lavorativa insegnando e traducendo italiano e francese. Ma alla fine è arrivata dove, forse da sempre, voleva comunque arrivare: nella pasticceria di uno dei più famosi ristoranti di New York. Lei è Christina Tosi, creatrice del Milk Bar, ovvero la bakery nata come pasticceria del famoso Mamofuku Restaurant e ora diventata una realtà sempre più importante. Christina è un astro nascente della cucina internazionale ma è anche uno chef americano già pluripremiato. E in questi giorni tutti la stanno iniziando a conoscere anche come nuovo volto della popolarissima trasmissione MasterChef Usa.

Christina-Tosi_1500x1000[1]UN PIZZICO D’ITALIA
I produttori di Fox hanno infatti scelto lei per sostituire Joe Bastianich, che negli States ha dato l’addio alla versione americana del fortunato game show per dedicarsi ad altre produzioni televisive. Di origini italianissime, come rivela il cognome e come lei stessa rivendica con orgoglio parlando con letteradonna.it, Christina Tosi per un certo periodo della sua vita ha anche abitato a Firenze, quando pensava che da grande avrebbe fatto la traduttrice. «Ma dell’Italia ho assorbito soprattutto le tradizioni culinarie attraverso la famiglia di mio padre e attraverso i molti viaggi, soprattutto in Nord Italia, fatti con i miei genitori quando ero piccola».

DAI CHIP AI FORNELLI
Non che adesso Christina sia ‘vecchia’, tutt’altro. Ad appena 33 anni, ha già inanellato una serie di traguardi e di successi non da poco. Nata in Ohio, ma cresciuta in Virginia, alle porte di Washington DC, Christina ha sempre vissuto la cucina come un luogo dove preparare soprattutto dolci grazie alle due nonne. Dopo il diploma all’high school conquistato a pieni voti, ecco la scelta del corso in ingegneria elettronica all’University of Virginia, poi il lungo periodo a Firenze e la laurea alla George Madison. Infine la svolta.  Si trasferisce a New York, si iscrive al French Culinary Institute. E, dopo il diploma, arriva la chiamata al Momofuku, prima come tecnico poi come pastry chef.

Christina_Tosi-79[1]ASTRO NASCENTE
Nel 2012 si è aggiudicata il premio James Beard (una sorta di Oscar della cucina negli States), nella categoria esordienti. E quest’anno ha fatto il bis nella categoria dei pastry chef affermati. I suoi dolci rispecchiano la sua personalità: rigorosi per quel che riguarda la tecnica, ma del tutto insoliti per mix di ingredienti e stile. Gelati, torte, biscotti, candy: tutto nella cucina di Christina Tosi diventa diverso, unico. E per un numero sempre crescente di aficionados, i suoi dolci sono semplicemente irresistibili.

I MILK BAR
In pochi anni i Milk Bar sono diventati già una piccola catena, con sei differenti locali a New York e uno a Toronto (più uno di prossima apertura a DC). Christina Tosi ha una linea di prodotti tutta sua. E ovviamente è possibile acquistare i dolci del Milk Bar anche online. Come anche si possono già trovare un paio di suoi libri di ricette. Ma ora, con MasterChef, (la cui nuova stagione è appena partita negli States) Christina Tosi è pronta a diventare una stella globale.

master-chef[1]UNA NUOVA AVVENTURA
«Quando mi hanno chiamato i produttori di MasterChef e MasterChef Junior dall’emozione sono quasi caduta dalla sedia», confessa Christina a letteradonna.it. «Sono da sempre una grande fan del programma. E ora sono entusiasta di farne parte e di poter restituire al mondo culinario almeno un po’ di quanto io ho ricevuto. Inoltre sarà una una bella sfida far vedere che cosa, quanto e come può fare una donna e una pasticcera in cucina. E mi affascina molto il ruolo di ‘mentore‘ per questi giovani cuochi non professionisti».

E L’ITALIA?
Davanti alle cineprese, Christina si è subito rivelata una pastry chef dal sorriso dolce ma dal carattere inflessibile e pronta a commenti tranchant se necessario. Intanto, tra un impegno e l’altro, Tosi continua a pensare anche alla terra dei suoi nonni. «Ci penso, sì», ci confessa la bionda Christina, «ma per ora non ho nessun progetto lavorativo in Italia. Una cosa però è certa, come Milk Bar siamo sempre interessati a nuove espansioni».

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Lascia un Commento

*