Se il tablet invecchia il collo

di Stefania Maroni
Si tratta di un fenomeno chiamato tech neck causato anche dagli smartphone. Ecco alcuni rimedi per conservare tono ed elasticità.
L'uso intensivo di tablet e smartphone è la causa del tech neck.

L’uso intensivo di tablet e smartphone è la causa del tech neck.

Un recente studio della London Clinic ha dimostrato che il precoce invecchiamento del collo colpisce un numero sempre maggiore di donne. Lo stesso studio svela anche la causa: l’uso troppo frequente di tablet e smartphone, che costringe il collo a piegarsi in avanti fino a 150 volte al giorno e a rimanere a lungo in una posizione innaturale. Questo sottopone la pelle a un notevole stress, che ne riduce tono ed elasticità. Non a caso, per i colli che mostrano i segni dell’età anzitempo è stata coniata la definizione tech neck. Come rimediare? Anzitutto, facendo in modo che durante la lettura di messaggi e notizie il collo rimanga fermo; poi mettendo in atto un’adeguata strategia preventiva o, quando è il caso, correttiva.


CREME SPECIFICHE
Rispetto alla pelle del viso, quella del collo è più sottile e povera di ghiandole sebacee. Inoltre non è supportata da un pannicolo adiposo consistente ed è poco irrorata dal sangue, quindi riceve minor nutrimento. «Proprio per questo richiede creme specifiche, più ricche di oli e di principi attivi in grado di stimolare la circolazione», afferma Antonella Antonini, docente alla facoltà di Scienze e tecnologie cosmetiche dell’Università di Ferrara.

Le creme vanno applicate nel modo giusto.

Le creme vanno applicate nel modo giusto.

MASSAGGIO A DOPPIA AZIONE
Perché le creme possano agire al meglio, vanno applicate in modo corretto, come spiega l’estetista Katia Matta: «Distribuire piccole quantità di prodotto su collo e décolleté, poi, alternando le mani, massaggiare dal basso verso l’alto, per contrastare la forza di gravità e prevenire i cedimenti; quindi dall’alto verso il basso, per favorire lo smaltimento delle tossine attraverso le vie linfatiche».

Il collo va tenuto in allenamento.

Il collo va tenuto in allenamento.

MUSCOLI PIU’ TONICI
Se l’epidermide è ben sostenuta dai muscoli, è meno esposta al rischio di cedere. Ecco perché vale la pena di eseguire ogni giorno qualche esercizio di ginnastica mirato a rinforzare la muscolatura del collo. L’esperta di bellezza americana Carole Maggio ne suggerisce uno molto efficace. Sdraiate, mettere i medi dietro i lobi delle orecchie. Sollevare leggermente la testa (il collo deve rimanere rigido) e riabbassarla, per 10 volte. Poi, tenendo sempre il capo appena sollevato, girarlo a destra e sinistra, per 10 volte.

Esistono diversi rimedi per mantenere il collo giovane.

Esistono diversi rimedi per mantenere il collo giovane.

NON SOLO FILLER
Per eliminare le rughe sul collo, niente è meglio di un filler all’acido ialuronico. «Se il problema è il rilassamento, invece, si può ricorrere all’inserimento transcutaneo di fili riassorbibili in grado di ancorarsi ai tessuti cutanei, dopo averli sollevati e riposizionati», afferma Angelo De Nale, specialista in medicina estetica. E se il collo inizia ad avere qualche grinza? «In questo caso, ci vuole un trattamento rivitalizzante, come le innovative microiniezioni di collagene equino o il collaudatissimo PRP, ovvero fattori di crescita piastrinici ottenuti dal sangue della paziente stessa, poi iniettati sottocute», spiega lo specialista.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Lascia un Commento

*