Anche le dame perdono le staffe

di Luca Burini
Cinque cose da sapere su Rosa Criscuolo, la candidata campana che ha mandato tutti a quel paese.

Ce l’hanno messa proprio tutta per farla arrabbiare. E ci sono riusciti. Tanto che Rosa Criscuolo, candidata al consiglio regionale campano come capolista di Centro democratico in quota radicali, ha mandato tutti a quel paese. Letteralmente. A chi le chiedeva se ritenesse di essere un’impresentabile ha risposto: «Siete dei ladri patentati, avete distrutto la Campania, e venite a dire certe cose a me? Ma andate a fanculo!». Tutto tramite un video postato su Youtube. A pochi giorni dal voto. Le accuse dal web sono arrivate dopo che Rosa ha ritirato l’appoggio a Caldoro e cambiato schieramento decidendo di sostenere Vincenzo De Luca.

Immagine anteprima YouTube

Ecco cinque cose da sapere sulla candidata tanto contestata.

HA SCELTO DE LUCA PER ESCLUSIONE
La scelta dio correre con Vincenzo De Luca è stata fatta per esclusione. L’ha dichiarato la stessa Rosa in un’intervista prima della campagna elettorale: «Non mi voglio candidare con Caldoro e nella coalizione in cui ci sono i Cesaro. Insomma mi candido con De Luca per esclusione».

IL NO ALLA MAGISTRATURA CHE INFLUENZA LA POLITICA
Però lei si fida dell’ex sindaco di Salerno. «La magistratura ha influenzato la vita politica. La sua azione decisiva da leader può portare nuovo slancio e dare una nuova immagine della politica. Ci credo e gli credo. Ha una visione aperta, direi europea», ha spiegato.

LA CENA CON SCAJOLA
Non è la prima volta che Criscuolo guadagna i riflettori. A maggio 2014 la 35enne laureata in giurisprudenza fu la protagonista delle cronache rosa e nere, per aver cenato con Claudio Scajola la sera prima dell’arresto dell’ex ministro. Fu in quell’occasione che le cronache la battezzaro la dama bionda. Lei di Scajola non si è dimenticata. Tanto che durante il periodo che l’ex ministro ha trascorso in carcere Rosa gli ha scritto una lettera dato che non era riuscita a salutarlo la mattina dell’arresto in quanto si era ritrovata la polizia in camera.

l43-scajola-criscuolo-donna-140513104614_bigLE VISITE ALLE CARCERILei, che si professa garantista, in passato ha difeso anche Nicola Cosentino. Non solo. Con la sua associazione, la Grande Napoli, fa «visite ispettive nelle carceri, sia in quello di Secondigliano, sia in quello di Terni». Ed è stata proprio la sua battaglia contro la carcerazione preventiva (uno dei vessilli radicali) a portarla verso Forza Italia.

I DISSIDI CON FRANCESCA PASCALE
Ma nel partito di Berlusconi si è schierata contro la First Lady. Contro Francesca Pascale e Cesaro, che ha definito «l’ala ipergiustizialista». D’altronde le loro posizioni non sono accettabili per una come Rosa che è ipergarantista.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone, Protagonisti Argomenti: , , , Data: 27-05-2015 02:40 PM


Lascia un Commento

*