Salute

Vestiti nuovi? Meglio lavarli

di Matteo Mazzuca
Il monito del professor Belsito: gli abiti appena comprati sono ricchi di sostanze potenzialmente pericolose.

L’avete osservato a lungo da dietro una vetrina e poi, dopo lunghi tentennamenti, l’avete comprato e non vedete l’ora di indossarlo la sera stessa. Che si tratti di un jeans, di un abito da sera o di un maglioncino, toccherà avere pazienza e infilare piuttosto in lavatrice il capo d’abbigliamento nuovo di zecca.

FASHION-LUXURY-ARTS-DIORVESTITO CHIMICO
Il monito arriva da Donald Belsito, dermatologo del Columbia University Medical Center di New York. Lo studioso ritiene infatti che le sostanze chimiche con cui vengono trattati i vestiti affinché vestano al meglio i manichini possono provocare delle fastidiose eruzioni cutanee. Quando va bene. Perché se sul tessuto è stata spruzzata della formaldeide (la stessa sostanza che viene usata per l’imbalsamazione, esatto) si rischia addirittura di aumentare il rischio di tumore.

UN TRIPUDIO DI BATTERI
Non si salvano nemmeno i coloranti, molti dei quali a rischio allergia. Per non parlare di rischi più ‘biologici’ e meno chimici. Prima di essere venduti, infatti, i vestiti vengono spesso provati da decine di persone, le quali trasferiscono il proprio ‘patrimonio batterico‘ ai capi d’abbigliamento. Prospettiva sicuramente poco allettante, anche per la salute.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, Top news, wellness Argomenti: , , , , , Data: 21-05-2015 02:09 PM


Lascia un Commento

*