Cinema

Una studentessa per la Palma d'oro

di Caterina Belloni
La neolaureata Eva Riley è tra i finalisti della sezione del festival di Cannes dedicata ai cortometraggi.

Una tesi di laurea che vale un premio. O almeno la corsa per conquistarlo nella sezione cortometraggi del festival del cinema di Cannes. Un bel risultato per Eva Riley, emergente filmmaker britannica che ha visto il film realizzato per la laurea alla National Film and Television School di Londra selezionato tra i 9 che partecipano al concorso dei corti sulla Croisette.

UN PO’ D’ITALIA
I candidati erano 4550 ma la creatura di Riley, che si intitola Patriot, ha avuto la meglio. Un successo tutto femminile, che però dà lustro anche all’Italia, visto che il produttore del corto si chiama Michelangelo Fano, ha 25 anni e si è spostato a studiare e lavorare in Inghilterra pur essendo nato e cresciuto nel nostro paese.

Patriot-Scout-graded-7-2TALENTO IN FUGA
Fano è una delle giovani promesse italiche che emigrano in cerca di nuovi spazi, ma si è già messo in luce in passato grazie alla partecipazione ai premi Bafta con il cortometraggio Slap, diretto da Nick Rowland, che racconta la scoperta della sessualità da parte di un giovane pugile 16enne, che ama le donne ma a volte, per divertirsi, sceglie di travestirsi da donna.

Patriot-Scout-Graded-7LA SFIDA DEL MULTICULTURALISMO
Eva Riley è invece di origini scozzesi, ha 28 anni, si è diplomata alla scuola di Londra e adesso vive a Brighton. Il 24 maggio potrebbe salire sul palcoscenico per ritirare la Palma d’oro nella categoria dei cortometraggi, ma già il fatto di essere stata selezionata la rende felice. Anche perché Patriot è un film di grande attualità. In 15 minuti si racconta la storia di una ragazzina, figlia di un attivista della corrente indipendentista, che vorrebbe partecipare di più alla vita politica del padre. Quando viene estromessa perché ritenuta troppo giovane, indossa una bandiera inglese come un mantello e in sella alla sua bicicletta se ne va in giro per la campagna. E qui, per caso o per uno scherzo del destino, incontra un ragazzino della sua stessa età appartenente alla comunità rom e il suo modo di pensare e di vivere si capovolge.

Patriot-Scout-Graded-1UN MOMENTO DIFFICILE
Un film che vede protagonista una ragazzina e la sua nascente sensibilità femminile contro il mondo dei maschi adulti, ma che indaga anche gli equilibri difficili tra diverse etnie, in un periodo in cui la Gran Bretagna discute di immigrazione e differenze, a partire dal referendum scozzese fino ai rigurgiti di intolleranza che portano a frizioni con le decisioni dell’Unione europea.

Misc-01NEOREALISMO D’OLTREMANICA
Intervistata dal Guardian la Riley ha spiegato di essersi ispirata per il suo film a Ladri di biciclette di De Sica, pellicola del 1948 che per lei rappresenta un’eccellente indagine sulla povertà nella Roma del primo dopoguerra. Il suo film, che si svolge tutto in un pomeriggio, mette al centro la figura di una 11enne che cresce in una famiglia nazionalista e le sue riflessioni e sensazioni. Un punto di vista insolito per raccontare la politica e le sue ossessioni, che forse solo una regista donna poteva considerare, aiutata da un produttore emergente che fa del bilinguismo e della multiculturalità uno dei propri punti di forza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone, Protagonisti Argomenti: , , , , , Data: 18-05-2015 02:12 PM


Lascia un Commento

*