Eros

È un vibratore o uno smartphone?

di Matteo Mazzuca
Ecco iGino, il sex-toy che sembra un Iphone.

L’unico rischio è che, sentendo il telefono squillare, si tiri fuori dalla borsetta la prima cosa rettangolare che ci si ritrova sottomano. Per il resto iGino tutto sembra, tranne quello che é: un insospettabile e camuffatissimo vibratore che nel nome e nelle prestazioni vuole richiamare, secondo i suoi creatori, l’idea dei latin lovers italiani.

evidiGINO, L’INSOSPETTABILE
Molti sex toys hanno il difetto di essere fin troppo riconoscibili a causa della loro forma. Portarseli nella borsa potrebbe rivelarsi troppo rischioso. Qui sta l’intuizione dei creatori di iGino, che hanno voluto dar vita a un oggetto apparentemente innocuo e poco ingombrante. Ma basta accenderlo, e le cose cambiano.

4BATTE, FORTE, SEMPRE
Il cuore di iGino pulsa grazie all’innovativo sistema vibraMoove, un motore instancabile che fa muovere un bottoncino nascosto dal cappuccio igienico simulando il movimento delle dita di una donna durante l’autoerotismo. Il ritmo e la potenza sono sempre quelli; ma basta cambiare angolazione e allentare o aumentare la pressione per sperimentare innumerevoli sfumature di eros.

igino2DOVE OSA L’USB
Anche iGino però, a un certo punto, esaurisce le sue energie. A quel punto entra in gioco una pennetta usb incorporata che permette di collegarlo a un pc e caricarlo rapidamente, magari spacciandolo per chiavetta a famigliari, amici e colleghi.

IGINOOVUNQUE, CON CHIUNQUE
Gli inventori hanno pensato proprio a tutto. C’è il travel kit per chi è sempre in movimento, speciali accessori a forma di fiore che si inseriscono sulla punta smorzando il suo martellante lavorio. E le sue ridotte dimensioni sono ideali per far sì che possa inserirsi discretamente nei giochi di coppia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità Argomenti: , , , , , Data: 13-05-2015 06:33 PM


Lascia un Commento

*