Tecnologia

Il lavoro è a portata di smartphone

di Matteo Mazzuca
Ecco Doityo, l'app che seleziona offerte di impiego nel raggio di pochi chilometri.

In tempo di crisi ci si arrangia come si può, e non sono poche le persone che rimpolpano lo stipendio con lavoretti di ogni genere: ripetizioni, riparazioni, estemporanee consulenze informatiche. Ma se una volta questo tipo di annunci dovevano passare per bacheche e giornali specializzati, oggi ci pensa un’app a fare il lavoro sporco di ricerca e selezione: Doityo.

doityo pezzoLA GRANDE INTUIZIONE
Doityo è nata da un’idea dell’imprenditore svizzero Davide Alfano, che ha avuto l’intuizione di sfruttare la geolocalizzazione degli smartphone per cercare lavoro entro un raggio di chilometri ben definito. Così, non è raro trovare qualche forma di impiego a pochi minuti da casa. O, se si è particolarmente fortunati, a poche decine di metri. Gli ambiti lavorativi coperti dalla app riguardano al momento l’organizzazione di eventi, lezioni private, sport, giardinaggio, idraulica, elettricista, imbianchino, benessere ed estetica, consegne e trasporti, traslochi, segretariato, ufficio e amministrazione.

SELEZIONE DEL PERSONALE
E per evitare di essere contattato da persone poco qualificate, il datore di lavoro può restringere il campo d’azione dell’annuncio specificando fin da subito quali qualità imprescindibili devono avere i candidati. Chi non è in possesso dei requisiti minimi, non potrà nemmeno visualizzare l’offerta di lavoro.

METTERSI ALLA PROVA
Un sistema che sembrerebbe snellire di molto l’iter lavorativo e che promette di mettere rapidamente in contatto i diretti interessati. L’altro vantaggio della app è l’essere completamente gratuita, salvo una minima percentuale che chi accetta il lavoro deve pagare. E man mano che la app aumenta di popolarità, le offerte di lavoro sono destinate ad aumentare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità Argomenti: , , , Data: 12-05-2015 01:37 PM


Una risposta a “Il lavoro è a portata di smartphone”

  1. Fabbro Roma scrive:

    La rete è un’ottima risorsa per i liberi professionisti e pian piano se ne stanno accorgendo un po’ tutti: se nel nostro piccolo possiamo utilizzare Google Business per farci la nostra paginetta “aziendale”, ora anche i colossi come Amazon si stano accorgendo dell’opportunita è hanno lanciato Amazon Home Services per ampliare la propria offerta di e-commerce. L’idea dietri a Doityo invece è molto più semplice e per certi versi è simile a quella del vecchio arrotino o del tuttofare. Se ad esempio prima avevamo bisogno di sfogliare le Pagine Gialle per trovare un elettricista o un Fabbro a Roma ora basta una app per mettere in contatto professionista e offerta.

Lascia un Commento

*