La classifica

Paperone d'America

di Daniela Uva
Angela, Safra, Marissa. Chi sono le top manager più pagate degli Stati Uniti con stipendi a nove zeri.

Chief Executive Officer (CEO), of Burber

Che le donne della Silicon Valley abbiano fatto passi da gigante negli ultimi anni non è certo una novità. Che stiano diventando vere e proprie paperone in rosa invece sì. Lo ha messo in luce la classifica dei manager più pagati negli Stati Uniti stilata dal Bloomberg Index Pay. A sbaragliare la concorrenza è stata Angela Ahrendts. È lei la donna più pagata negli Usa, dopo aver portato a casa – solo nel 2014 – ben 82,6 milioni di dollari. A versarli sul suo conto corrente è stata Apple, che l’ha assunta come numero uno del retail e vice presidente. Dietro di lei ci sono Safra Catz, manager di Oracle (71,2milioni di dollari), e Marissa Mayer, amministratore delegato di Yahoo (59,1 milioni di dollari). Ma chi sono queste multimilionarie che stanno scalando la classifica dei redditi scalzando molti colleghi uomini?

Chief Executive Officer (CEO), of Burber

ANGELA, L’APPASSIONATA DI MODA
È stata assunta dal colosso di Cupertino per rilanciare ancora meglio i negozi sparsi in tutto il mondo. Angela Ahrendts, 53 anni, è arrivata nella Silicon Valley dopo aver lavorato a lungo per Burberry. Per il marchio di abbigliamento britannico si è impegnata otto anni come amministratore delegato (dal 2006 al 2014), riposizionandolo come campione di export. Solo dopo aver centrato l’obiettivo, ha deciso di accettare la nuova sfida, che è cominciata nel 2014. A lei è stato affidato il compito di curare sia gli store fisici della ‘Mela’ sia quello online. Un compito che certo non può spaventare una donna finita al 49esimo posto nella classifica Forbes delle signore più potenti del mondo, e al 29esimo di quella stilata da Fortune. Angela è nata nello stato dell’Indiana, si è laureata in marketing e poi ha preso un dottorato in lettere. Appassionata di moda, presto si è trasferita a New York, dove ha conquistato un posto da manager per il brand Donna Karan. Dopo una gavetta tutt’altro che leggera, nel 2006 è approdata a Burberry, per arginare il declino del brand britannico. Ha centrato senza alcun dubbio la sua missione, e nel 2014 ha annunciato il suo trasferimento a San Francisco. Apple, come benvenuto, le ha offerto un premio di oltre 113 mila azioni, il cui valore è calcolato in circa 50 milioni di euro. E uno stipendio di platino.

Oracle President Safra Catz Addresses Women's Business Conference

SAFRA, L’AMERICANA NATA IN ISRAELE
Con un compenso di oltre 70 milioni di dollari, Safra Catz è arrivata seconda nella classifica delle donne più pagate negli Stati Uniti. Americana (ma nata in Israele), classe 1961, Safra si è laureata in legge all’università della Pennsylvania. Ha cominciato la sua carriera come banchiere nel 1986, scalando tutte le posizioni in questo settore. Poi il grande passo verso la tecnologia, compiuto nel 1999 con l’ingresso in Oracle. Prima è diventata membro del consiglio di amministrazione poi, nel 2004, presidente della Oracle Corporation. Nel 2005 ha contribuito in modo significativo all’acquisizione di PeopleSoft, diventando anche Chief finanzial officier del colosso. A maggio 2014 è stata lei ad annunciare l’intenzione del gigante informatico di espandersi in Romania, diventando direttore generale dopo la nomina ottenuta dal numero uno, Larry Hallison. Ma non c’è solo il lavoro nella vita di questa super manager. Safra è sposata e ha due figli.

SWITZERLAND-DAVOS-ECONOMY

MARISSA, GENIO A STANFORD
Informatica, classe 1975, Marissa Mayer è salita ai vertici di Yahoo dopo essere stata il primo ingegnere donna a essere assunta da Google, nel 1999, da sempre appassionata di tecnologia. Dopo gli studi superiori è stata ammessa nella prestigiosa Stanford, università dalla quale è uscita con una laurea con lode in informatica, focalizzando il suo lavoro sull’intelligenza artificiale. Nel 1999 è approdata a Mountain View, diventando uno dei primi 20 impiegati del colosso. Dopo essere diventata amministratore delegato di Yahoo nel 2013, è stata inserita nella lista delle 50 donne più potenti del mondo stilata da Fortune. Mai una ragazza così giovane ci era riuscita. Marissa è sposata e ha un figlio di appena due anni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Lascia un Commento

*