L'idea

La bellezza che nasce dall'acido

Alla scoperta di Facing, il progetto artistico composto da ritratti di donne realizzati con l'acido.

facingDall’acido può nascere bellezza. Non è una provocazione, ma un progetto artistico realizzato dall’area campagne sociali di Fabrica sotto la direzione creativa di Erik Ravelo (leggi qui la polemica per la censura di Facebook). L’acido è usato per arruginire delle lastre di metallo e rivelare il volto di donne che hanno subito attacchi. L’effetto creato è di enorme stupore.

LA CREAZIONE DEI RITRATTI
Durante la realizzazione del progetto, Fabrica ha ospitato la giovane attivista pakistana Iram Seed che ha partecipato alla creazione del suo ritratto. Iram è stata vittima di un attacco con l’acido. Era il 1996 quando è stata sfigurata per aver rifiutato una proposta di matrimonio. Ha perso un occhio ed è stata sottoposta a ben 25 operazioni. Nonostante ciò, la ragazza non ha perso la voglia di vivere. Ora studia e lavora all’università di Islamabad.

IL PROGETTO: SMILE AGAIN FVG
Iram è entrata in contatto con Fabrica grazie a Smile Again Fvg, progetto nato intorno al 2003  che prevede missioni di chirurghi plastici friulani in Pakistan, attività di formazione di personale medico e paramedico pakistano in strutture della Regione Friuli Venezia Giulia o con sistemi di telemedicina.  L’obiettivo è la creazione nel Paese mediorientale di una rete di contatti col mondo delle istituzioni e della società civile per assistere gruppi di donne vittime di attacchi con acido.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, video Argomenti: , , , , , , , Data: 29-04-2015 06:00 PM


Lascia un Commento

*