Stile

Tutti pazzi per il retrò

di Enrico Matzeu
Il fascino del passato, che ha contagiato anche gli stilisti, sbarca a Milano con la Vintage Week.

A Milano è tempo di vintage. Torna infatti per la terza edizione la Milano Vintage Week, in programma dal 16 al 19 aprile al numero 4 di via Piranesi. Ideata da Andrea Franchi e Francesca Zurlo, la quattro giorni dedicata allo stile retrò, che quest’anno si sovrappone a Salone e Fuorisalone, non è solo una fiera di abiti usati, ma una vera e propria esperienza per i nostalgici del passato e per chi del vintage ha fatto uno stile di vita. Inoltre, in collaborazione con A.N.G.E.L.O., il più famoso store di questo tipo di abbigliamento in Italia, è in programma anche la mostra I grandi sarti italiani che, attraverso 18 abiti estremamente femminili, racconta la storia del costume negli anni del dopoguerra, con quella joie de vivre che caratterizzò quel periodo, anche nello stile.

La selezione di capi di A.G.E.L.O. per la Milano Vintage Week.

La selezione di capi di A.G.E.L.O. per la Milano Vintage Week.

BEAUTY E BENEFICIENZA
Non solo abiti e oggettistica, però, ma anche attenzione alla bellezza, naturalmente in stile. Tutti i giorni nella Beauty Lounge, infatti, ci sono delle sessioni gratuite di trucco, acconciature e manicure, curate da Elizabeth Arden e MBA – Making Beauty Academy Milano. Per imparare invece i segreti del make-up, la truccatrice Caterina Todde, assieme ad alcune blogger, realizza una serie di tutorial per trucchi che vanno dagli Anni ’50 agli Anni ’80, così da poter imparare tutti i segreti del passato. C’è poi la saletta Amarcord per gli amanti del cinema d’antan, con proiezioni quotidiane di film d’epoca. La Milano Vintage Week, però, guarda anche al sociale con il progetto Vintage Solidale della Fondazione Francesca Rava che destina il totale degli incassi del proprio stand alla creazione di borse di studio per i ragazzi delle case-orfanotrofio gestite ad Haiti.

Vintage

Da sinistra Nina Zilli, Arisa e Taylor Swift.

UGOLE RETRÒ
Lo stile vintage piace molto anche alle cantanti, italiane o internazionali che siano. Nel Bel Paese due giovani cantautrici ci regalano sempre look che si ispirano al passato. Arisa ha iniziato la sua carriera con dei look Anni ’40 e all’ultimo Festival di Sanremo non ha accennato un ritorno a quello stile in una veste decisamente più sexy. Anche Nina Zilli ama giocare con lo stile e tra acconciature e abiti ricercati e considerata l’icona vintage per eccellenza, mentre tra le pop star straniere, Taylor Swift sfoggia spesso capi Anni ’50, tra cappottini, borse e scarpe che la rendono davvero originale.


LO STILE VINTAGE
Un capo vintage è naturalmente inimitabile, ha una sua storia e un suo vissuto che lo rendono tale, anche se gli stilisti hanno ceduto al fascino retrò e per la primavera/estate 2015 hanno proposto una serie di capi che pescano dal guardaroba di ieri, che un occhio molto attento ai gusti di oggi. Così le stampe Anni ’70 trionfano nei caftani di Valentino o nelle gonnelline di Zara, mentre Versace ripropone i suoi stilemi Anni ’90 in tuniche perfette per il bagnasciuga. Torna il pantalone a zampa, color tortora da Lanvin o di jeans in diversi modelli da Zara. Anche gli accessori ammiccano al passato, come i sandali dal tacco squadrato che rievoca le discoteche Anni ’80, firmati Saint Laurent o la borsa matelassé Marc by Marc Jacobs, la classica tracollina immancabile nel vostro outfit ricercato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Lascia un Commento

*